I borghi da visitare in Italia

In Italia la storia ha lasciato segni tangibili ed evidenti, ancora oggi infatti è possibile passeggiare all’interno di borghi e castelli che furono teatro di grandi guerre e celebri eventi.

Un tuffo nel passato tra le mura di castelli medievali

Le dame, i cavalier, l’arme, gli amori…

Di certo di borghi da visitare in Italia ce ne sono tanti, ogni regione offre castelli e ruderi che ricordano la nostra storia e la Romagna che fu terra dei Malatesta è ricca di queste testimonianze. Dai più celebri ai meno conosciuti, queste terre sono ricche di castelli e borghi rinascimentali e medioevali, alcuni dei quali giunti a noi in ottime condizioni. Grazie alla sua geografia e in particolare alla vicinanza del mare e degli Appennini, queste terre sono state ricche di insediamenti sin dall’epoca dei Romani e sono molte le testimonianze rimaste, tra le quali ricordiamo il grazioso borgo di San Leo arroccato tra le colline dell’entroterra riminese, la Rocca Malatestiana di Rimini, il borgo di Gradara con il rispettivo castello, il borgo di San Giovanni in Marignano e Montegridolfo.

San Giovanni in Marignano

A 4 km da Cattolica si trova San Giovanni in Marignano, una delle eredità dei Malatesta, il cui centro storico racchiude ancora l’impianto murario e il palazzo signorile. Celebre è la Festa delle Streghe che ha luogo ogni anno nel borgo. 

Montegridolfo

Montegridolfo è uno dei borghi meglio conservati, il suo impianto urbanistico è ancora quello medioevale e sono ben visibili le mura di cinta ed il castello, conservato intatto; l’intero centro storico sembra vivere ancora in quell’epoca.

Mondaino

Celebre per la famosa festa del “Palio del Daino”, il borgo di Mondaino trae le sue origini dall’epoca dei romani per poi prendere corpo con la costruzione del castello sotto i Malatesta, ancora ben visibile, poggiato su un muro a scarpa.

Il castello di Gradara

Il Castello di Gradara pur essendo nel territorio marchigiano rientra nei confini della “Romagna storica” e rappresenta una delle maggiori testimonianze della storia medioevale e rinascimentale di queste terre. Una doppia cinta muraria raccoglie ancora al suo interno l’antico borgo, dietro il quale si erge la rocca che conserva ancora alcune sale oggi visitabili come il camerino di Lucrezia Borgia, la Sala del Consiglio e altri ambienti residenziali. Il Castello ospitò le famiglie più potenti dell’epoca come i Malatesta, i Borgia e gli Sforza e fu teatro di celebri eventi.

La storia di Paolo e Francesca

Il Castello di Gradara è celebre soprattutto perché leggenda vuole che sia stato il luogo in cui si è consumata la tragica storia, cantata da Dante nella Divina Commedia, dei celebri amanti Paolo e Francesca, che qui vi trovarono la morte.

Ultime Offerte

Call Now Button