Enogastronomia romagnola

Mangiar bene a Rimini

E’ facile mangiar bene a Rimini. La Romagna è una delle capitali italiane della buona tavola, dove i sapori semplici e decisi dell’entroterra si sposano con le delicate note della cucina di mare.

Piadina, sangiovese e sardoncino

Dal mare alla montagna

All’origine della gastronomia romagnola sta una cucina povera, fatta con gli ingredienti che i contadini e i pescatori tenevano per sè dopo aver venduto al mercato gli ingredienti più pregiati. Ecco allora la piada fatta con lo strutto, il pesce azzurro cotto sul focolare e le vongole “poverazze” raccolte sulla spiaggia dopo la mareggiata. La fantasia, insieme alla cruda necessità, era il ricettario di azdore e pescatori che con pochi ingredienti creavano tesori di sapore e tradizione. E che dire dei profumati formaggi, dei vini prelibati, dei salumi e delle carni?

Se i pescatori continuano a portare a riva pesce azzurro, rombi e ricciole, cozze e capesante, le fattorie dell’interno offrono ottimo olio di oliva, come quello di Brisighella, salumi di Mora Romagnola, formaggi come squacquerone e formaggio di fossa.

Se t’vò stè ben, magna fort e be de’ ven!
(Se vuoi star bene, mangia molto e bevi vino.)

Il pesce dell’Adriatico

Il pescato dell’Adriatico offre tante golosità a chi vuole mangiar bene a Rimini. Leggeri fritti di pesce, frutti di mare come vongole, cozze e canolicchi, ma soprattutto il delizioso pesce azzurro, da mangiare appena pescato cotto con sale sulla griglia. 

Il vino

La Romagna è famosa soprattutto per il rosso Sangiovese, ma fra i suoi vigneti ci sono anche ottimi bianchi, a partire dal prestigioso Albana di Romagna, e poi Trebbiano e Pagadebit.


Il formaggio di fossa

Specialità di Sogliano e di diversi paesini dell’entroterra, il formaggio di fossa viene preparato chiudendo le forme a stagionare in antiche camere sotterranee, da cui viene trionfalmente “sfossato” ai primi rigori dell’inverno.

Un mondo di sapori

Se la piada è regina incontrastata dello street food romagnolo, tante altre specialità si prestano a un aperitivo al tramonto, a un pranzetto in riva al mare, a una generosa cena con gli amici.

Pasta fresca al ragù o con burro e salvia, erbette di campo e verdure dell’orto, trionfi di carne grigliata innaffiati di buon vino Sangiovese. Oppure profumati spaghetti allo scoglio, antipastini di canocchie e seppie in bianco, accompagnati a fresco Trebbiano o Pagadebit. O ancora, taglieri con i più gustosi salumi di Mora Romagnola, squacquerone e formaggi di fossa con miele. Quale sarà il tuo menù?

La piadina

La piadina che si fa a Rimini è più sottile che in altre zone della Romagna. Preparata tradizionalmente con farina, acqua e strutto, oggi esiste in tante varianti, preparate con olio di oliva e farine integrale o profumate con erbe aromatiche.

Ultime Offerte